You are currently browsing the archives for January, 2011.

Biscotti occhio di bue

January 30, 2011 // Posted in food  |  1 Comment

Il piatto con tutti i biscotti

Silvia ha di recente ricevuto in regalo un bel libro di Sigrid Verbert (alias il cavoletto di bruxelles) dal titolo “Regali golosi, ricette dolci e salate per tutto l’anno” e oggi, visto che il clima e’ un po’ ostile (nevica) ha deciso di riscaldare l’atmosfera di casa preparando i primi biscotti ispirati a quel libro. Si tratta di biscotti a base di mandorle cannella e marmellata di ciliegie (la ricetta originale prevedeva lamponi) e oltre che essere allegri, sono anche molto gustosi. Provare per credere…


Un dettaglio

Few days ago Silvia received as a gift the new book from Sigrid Verbert (alias il cavoletto di bruxelles) whose title is “Regali golosi, ricette dolci e salate per tutto l’anno”. The book looks quite interesting and today, considering the bad weather outside (it is snowing) she decided to warm up a little bit the mood of our apartment preparing some cookies inspired to a recipe she found in the book. The cookies, that you can see in the pictures, are made with almonds, cinnamon and cherries jam, and they are not only cute but also very tasty. You should try…

Una serata diversa

January 30, 2011 // Posted in free time, Pavia  |  No Comments

Una scena del balletto

Ieri sera abbiamo trascorso una serata insolita assistendo allo spettacolo di danza Certe Notti al teatro Fraschini, sulle musiche e poesie di Luciano Ligabue. Pur non essendo noi esperti, la compagnia di danza (Aterballetto di Reggio Emilia) si e’ rivelata molto preparata e lo spettacolo, forte anche delle celebri ballate del Liga, e’ stato davvero coinvolgente. Su youtube e’ possibile vedere un frammento dello spettacolo, a questo indirizzo. Prima del balletto, per rendere la serata ancora piu’ particolare, ci siamo concessi un ottimo aperitivo al Rebound Cafe’, in piazza della Vittoria.


Silvia durante l'aperitivo

Yesterday we spent a nice evening going to local theater (Teatro Fraschini) to watch a special ballet session (Certe Notti)performed by the Aterballetto company, and based on songs and poetry by Luciano Ligabue. Although we are not quite expert in dance and ballet, we really appreciated the performance also thanks to the suggestion of the music chosen. You can watch a short portion of the ballet on youtube, at this address.To make the evening very peculiar, before to go to the theater we had a really nice happy hour at Rebound Cafe’, in Piazza della Vittoria.

La pancia degli italiani

January 24, 2011 // Posted in free time, Pavia  |  1 Comment

Un momento della presentazione

Questa sera siamo andati alla presentazione, da parte di Beppe Severgnini, del suo ultimo libro “La pancia degli italiani – Berlusconi spiegato ai posteri” nell’Aula Magna del Collegio Ghislieri; di Severgnini leggiamo spesso Italians e ci piace l’umorismo con cui riesce comunque a far riflettere su temi importanti. Che dire, serata interessante, per certi versi divertente, ma certo siamo usciti da quella sala un po’ depressi per la consapevolezza che sembra non esserci limite al degrado cui la societa’ italiana sembra rassegnata e per la fama che dall’estero ci stiamo progressivamente guadagnando (vedasi, ad esempio, il tristemente famoso ariticolo“A prisonner of the world that he created, del NYTimes di ieri…)


This evening we went to Collegio Ghislieri to meet Beppe Severgnini, a famous italian journalist presenting his last book “La pancia degli italiani – Berlusconi spiegato ai posteri” about our Prime Minister Silvio Berlusconi and about the reasons why so many italians are supporting him. Beppe Severgnini is a smart guy, able to point out many topics with an “english” humor we like a lot. But at the end of his presentation we were quite depressed because the picture of Italy that emerged, and that people from outside is able to catch (see the famous NYTimes article “A prisonner of the world that he created) is really sad…

Il mare d’inverno

January 22, 2011 // Posted in Travels  |  No Comments

I Sacchibelli a Finalborgo

Qualche tempo fa i nostri cari amici Matteo e Laura ci hanno regalato una Smartbox, ovverosia un buono per un “Fuoriporta con gusto” in un posto da scegliere tra un nutrito elenco di proposte. Ci abbiamo messo un po’ a concretizzare la scelta, ma siamo finalmente riusciti a sfruttare questo graditissimo regalo trascorrendo una due giorni in Liguria, alloggiando presso la Locanda Borgo Antico ad Orco di Feglino, nell’entroterra di Finale Ligure. Abbiamo avuto anche la fortuna di trovare due splendide giornate di sole, dimenticando cosi’ il lungo periodo di nebbia che ha avvolto la pianura padana nelle ultime due settimane. Il mare d’inverno, col sole caldo (ma il vento freddo) ci ha colpito, col suo blu profondo, i suoi riflessi, i suoi colori. E la zona scelta per questa breve vacanza si e’ rivelata ricca di spunti interessanti.

Il mare d'inverno, ad Alassio

Ieri abbiamo cosi’ visitato Albenga, col suo ricco centro storico cinto da mura, Alassio, con un lungomare davvero notevole e il celebre “budello”. Per cena siamo andati a Orco di Feglino, dove si trova la Locanda Borgo Antico e dove abbiamo gustato un ottimo (e abbondante) menu’ a base di pesce. Stamattina invece abbiamo fatto tappa a Finalborgo, uno dei Borghi piu’ belli d’Italia, a pochi passi da Finale Ligure, e davvero straordinario, con le sue viette strette, gli stupendi negozi e la rocca soprastante, per poi recarci a Borgio Verezzi e visitare le straordinarie Grotte di Borgio Verezzi, assolutamente da non perdere e caldamente consigliate dai Sacchibelli. C’e’ stato poi il tempo per un discreto pranzo, sempre a base di pesce, a Finale Ligure (Ristorante Da Giuseppe), prima di rientrare in quel di Pavia, per fortuna accompagnati dal sole. Che dire, due giorni di relax in mezzo alla natura e a visitare posti davvero belli; ci voleva proprio. Grazie davvero a Matteo e Laura per averci dato l’occasione di evadere per un attimo dai ritmi, nebbia e problemi quotidiani…. Grazie!!!


Mandarini o arance?


A while ago our friends Matteo and Laura gave us a Smartbox, a really appreciated gift. We had to choose a place where to stay (among a long list of lovely proposals) and the box included the dinner, the night and the breakfast. After many months, we were able to choose the place where to stay (Locanda Borgo Antico), and so we passed two nice days in Liguria. We were very lucky because weather was great, and close to this Locanda we found many interesting places to be visited. Just to be schematic we went to

Grotte di Borgio: la sala di Gulliver


As we said, we were lucky because of the weather, because of the nice “locanda” we choose (with a really exciting fish based dinner) and because of our friends Matteo and Laura, which are very kind with us. Thanks a lot for this gift so appreciated by sacchibelli’s… We really needed to escape from the daily routine at least for a short period….

Chocolate addicted

January 16, 2011 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

La montagna di cioccolato...

Qui dai sacchibelli siamo parecchi golosi di cioccolato. E conoscendo questo nostro “debole” cerchiamo di limitarci il piu’ possibile, evitando di comprare cioccolato, se non per occasioni particolari. Tutti questi nostri buoni propositi (il cioccolato e’ veramente buonissimo, ma purtroppo e’ anche un po’ calorico) si sono scontrati quest’anno con una strana convergenza di regali “cioccolatosi” manifestatasi per il Natale da poco trascorso. Cosi’, immortalata nella foto, ecco l’enorme quantita’ di cioccolato di cui ora disponiamo e che cercheremo di centellinare, sperando di non cadere in tentazione in un momento di debolezza…


Here at sacchibelli’s we love chocolate a lot, in all its “manifestations”. Unfortunately chocolate is not only extremely good, but also too much caloric, so we try to reduce as much as possible the amount of chocolate we eat, and we avoid to buy it if not for particular occasions. But last Christmas there was a strange and sweet convergence of chocolate-based gifts, so you can see in the picture the enormous amount of chocolate now available at sacchibelli’s place. We will try to ration it as much as possible, but this situation is quite risky, and we hope to avoid any “crisis”…. If you will not see this blog update anymore, probably it is because we made ourselves sick eating it…

Talmone se ne va…

January 8, 2011 // Posted in Pavia  |  2 Comments

La vetrina di Talmone

Oggi, passeggiando per il centro, ci siamo al solito soffermati di fronte alla vetrina di Talmone, un negozio storico che vende ottimi dolci, principalmente a base di cioccolato, di propria produzione. Non era certo un negozio elegante, ma la qualita’ dei suo dolci era davvero notevole. La vetrina oggi era piu’ spoglia del solito e purtroppo un cartello sulla porta d’ingresso spiegava il motivo: il negozio chiudera’ per cessata attivita’… E’ un vero peccato, perche’ era uno dei pochi negozi che avevano ancora un’anima e temiamo verra’ rimpiazzato dall’ennesimo negozio di abbigliamento o calzature, magari in franchaising franchising, che vende prodotti uguali in ogni parte del mondo. Certo non rinneghiamo la globalizzazione, ma sarebbe bello se anche i pochi negozi caratteristici della nostra citta’ potessero sopravvivere… Ma la legge del commercio e’ assai dura….


This morning, walking through the center, we stopped in front of “Talmone” a nice sweet and chocololate shop where you can find some very peculiar and extremely good products. Unfortunately the shop window was almost empty and the reason was that this “historic” store will close quite soon… This news made us quite sad, because “Talmone” is an “old way” store, a store with a “soul”, very different from the ones, very standard, that globalization pushes in our city. Stores that you can find all around the world, selling all the same things. But without a “soul”…

Spirito natalizio pavese

January 5, 2011 // Posted in Pavia  |  No Comments

Il cartello relativo al furto degli ornamenti natalizi

A Natale si e’ tutti piu’ buoni e’ probabilmente un luogo comune. Sono forse parecchi i controesempi che si possono fare, ma due recenti cartelli esposti da negozianti pavesi ne danno l’ennesima riconferma. Succede cosi’ che passeggiando per il centro in questi giorni di feste si incontrano, a pochi metri di distanza l’uno dall’altro, due cartelli di protesta esposti da negozianti pavesi per motivi diversi ma comunque tra di loro collegati dalla maleducazione e disonesta’ di ignoti personaggi. Cosi’ succede che siano state rubate le decorazioni natalizie (!!!!), e, a poca distanza viene segnalata la maleducazione (incivilta’?) di ignoti che fanno fare i bisogni al proprio cane proprio nei pressi di un distributore di gadget per bambini… Che dire, se nel secondo caso e’ forse possibile pensare che la responsabilita’ forse possa essere di un cane randagio (e quindi senza responsabilita’ da parte di un umano), nel primo caso e’ difficile pensare ad attenuanti, se non generiche….


Il cartello contro il proprietario del cane

I was often told that at Christmas we are all good guys…. Sorry for the pedestrian translation of an italian figure of speech. However this is not always true, and walking through the center of Pavia it is possible to note some example… So it happens that someone stole Christmas ornamentation in front of a store, and not far from that place (in “via XX settembre”) you can read a “sign” against unknown person that use to bring his dog to dirty a children game machine. Not so good…

Il cammello di San Silvestro

January 1, 2011 // Posted in family  |  1 Comment

Il cammello di pasta sfoglia

Ieri sera, San Silvestro, l’ultimo giorno dell’anno, Paolo e Luisa, con Giovanna, la mamma di Silvia e Luisa, sono venuti a cena qui dai sacchibelli. E’ stata una serata tranquilla ma piacevole, trascorsa mangiando (e bevendo) in compagnia, giocando a un interessante gioco che consisteva nel ricordare gli spot TV degli anni 80, e brindando al nuovo anno, fiduciosi e speranzosi che possa essere un bell’anno. Anziche’ il classico pandoro o panettone, il dolce che Paolo e Luisa hanno portato, si e’ rivelato essere un originale (e buonissimo) cammello di pasta sfoglia. La crema al mascarpone (non propriamente ipocalorica) preparata da Silvia e’ stato l’abbinamento ideale, e cosi’ il cenone 2010 verra’ ricordato per il simpatico cammello. E non poteva mancare la fatidica foto di gruppo (puurtroppo senza mamma Giovanna…)


Silvia, Enrico, Luisa e Paolo

Yesterday, for the last dinner of this year, Paolo and Luisa together with Giovanna (Silvia’s and Luisa’s mother) came at our place. We spent a lovely evening, eating and drinking in the wait of the new year. We also played a nice game whose goal was to “remember” the TV spot that characterized the eighty, the period when we were kids and we used to watch a lot of television. But the most characteristic element of the yesterday dinner was the french pastry camel that Paolo and Luisa brought. We never seen something similar, but it was really great. And together with the lovely cream Silvia prepared, we enjoyed an amazing dessert. Thanks a lot for joining us Paolo, Luisa and “mamma” Giovanna, and let’s hope that next year will be a good one…