You are currently browsing the archives for the “environment” category.

Contabilizzazione del calore

October 1, 2016 // Posted in environment  |  No Comments

Che qui a casa sacchibelli si sia attenti al risparmio energetico e’ cosa nota. Uno dei temi su cui siamo stati piu’ attenti e’ stato quello relativo al risparmio per il riscaldamento dell’abitazione. Partiamo da una situazione piuttosto infelice (piccolo condominio con riscaldamento centralizzato), ma gia’ sette anni fa (vedi qui), traendo ispirazione da cio’ che accadeva in Europa, proponemmo di introdurre le valvole termostatiche e i sistemi di contabilizzazione del calore, per implementare un concetto che ci pare logico: ovverosia si paga per il “calore” che si usa e non in base ai millesimi condominiali. Il vantaggio di questo approccio e’ che tende a ridurre gli sprechi, spingendo le famiglie a migliorare gli isolamenti, dal momento che si avrebbero diretti risparmi. Lentamente la legislazione in Italia ha comunque fatto progressi e gia’ da qualche anno questo sistema e’ stato reso obbligatorio, quantomeno in Lombardia. Il nostro condominio e’ forse uno degli ultimi che non si e’ adeguato, a causa di “divergenze” di opinioni tra condomini. Sembra che finalmente ci sia tutti convinti del fatto che rispettare una legge e’ un buona idea, specie se, come in questo caso, la legge risulta ispirata da un principio di “giustizia”. E’ chiaro che noi siamo avvantaggiati rispetto ad altri condomini (non siamo mai in casa dalle 8 alle 18, per cui ci converra’ non riscaldare in quella fascia oraria), ma i vantaggi a livello di condominio sono evidenti, e si possono anche quantificare prendendo ispirazione dai dati sui consumi di gas di condomini che hanno gia’ adottato questo sistema. Il grafico qui sotto e’ autoesplicativo (e si riferisce ai consumi reali di due condomini che distano pochi metri l’uno dall’altro).

La curva rossa si riferisce a un condominio che nel 2012 ha adottato valvole termostatiche e contabilizzazione del calore, mentre la curva blu si riferisce al nostro condominio, che, senza contabilizzazione del calore, presenta consumi stabili

La curva rossa si riferisce a un condominio che nel 2012 ha adottato valvole termostatiche e contabilizzazione del calore, mentre la curva blu si riferisce al nostro condominio, che, senza contabilizzazione del calore, presenta consumi stabili


Here at sacchibelli’s we are very focused on energy saving. We prefer to ride our bicycles instead of driving our car, we moved to led light almost everywhere in our apartment, we try to save water and so on. One topic very important about this is the heating system in our little condo. Since many years we are trying to convince our neighbors that, still maintaining the centralized heating system, we could save a lot of gas (and money) using some system to control and measure the heat we use, thus paying according to it, and not according to the size of the apartment. We started seven years ago (see here), and eventually, with a two years delay because of some protest of some neighboor, we are ready to start. Its amazing that only the introduction of “economical” penalties has convinced the riots, while it is evident (looking at the condos here around where the heating measurement system has already been introduced) the saving (in term of gas, money and pollution) is close to 30%.

Super poteri?

January 19, 2016 // Posted in environment, Pavia, weather  |  No Comments

La papera che cammina sulle acque

Andando al lavoro, costeggiamo, in bici, il naviglio, un canale non certo affascinante come quelli che caratterizzano Amsterdam. Ma talvolta capita di osservare spettacoli interessanti; come oggi quando abbiamo immortalato una papera dai poteri speciali, che cammina sulle acque. In realta’, causa freddo, la superficie comincia a ghiacciarsi, ed e’ divertente vedere le papere “pattinare”.


Going by bike to the office, we pass close to the “naviglio”, an artificial canal not so nice like the ones you can find in Amsterdam. However, sometimes, there is something funny happening inside. Like the duck that seems to walk on the water…. In reality it is very cold in these days, and a thin layer of ice is present on the surface.

Chi controlla il controllore?

December 7, 2015 // Posted in environment  |  No Comments

Il rumoroso “oggetto”

Come forse molti di voi sanno, abitiamo in una zona tranquilla della citta’, in una periferia non cosi’ lontana dal centro. La zona e’ prettamente residenziale, e l’unico “ufficio”, peraltro confinante col nostro condominio, e’ l’Arpa, un ente regionale che si occupa della prevenzione e della protezione dell’ambiente. Tra gli svariati compiti svolti da questo ente, non ultimo viene il controllo dell’inquinamento acustico (vedi qui). La cosa buffa (si fa per dire) e’ che da qualche giorno, proprio l’Arpa, si e’ dotata di un enorme e appariscente macchinario che, presumibilmente, ha compiti di regolazione termica. Non e’ chiaro se sostituisca la caldaia o se invece si occupi do condizionare certi ambienti. Ma la cosa chiara e’ che, fa un runmore assurdo, continuativo di notte e decisamente sgradevole. Certo, ora con le finestre chiuse il fastidio e’ minimo, ma quest’estate… Ora ci tocchera’ scendere agli uffici dell’Arpa e chiedere che misurino l’inquinamento acustico da essi stessi provocato….


As probably some of you already knows, we live in relatively quiet zone of a relatively quite town. We can reach the center by walking in 20 minutes, or by bije in 5 minutes, and we enjoy such a position, far enough from caohtic traffic and noisy zone. All around us you can find small condos, with some decent green area. The only not residential building is the one close to us, where “Arpa” (a regional institution that should control and check environment pollution) is based. Among the pollution it shiuld control, there is the acoustic one too. Sadly, since few days, a new heating system has been installed, just close to our windows. Sadly, this heating system is very noisy, and it works also all night long (while people works inside that building only since 8am through 5pm. What can we do? Should we go to the “Arpa” asking them to “measure” the noiae pollution they are producing?

Acqua con le bollicine

April 15, 2015 // Posted in environment  |  No Comments

Ecco il mitico gasatore

Qui dai sacchibelli cerchiamo, nel limite del possibile, di avere rispetto per l’ambiente e per cio’ che ci circonda. Non siamo certo estremisti, ne’ a impatto zero (non usiamo, ad esempio, i pannolini lavabili per i nostri bimbi), pero’ quando il sacrificio e’ giudicato “sopportabile”, la nostra anima ecologica emerge. Per questa ragione abbiamo da sempre bevuto l’acqua del rubinetto, ritenendola piu’ comoda, ecologica, economica dell’acqua comprata al supermercato in bottiglie di plastica, presumibilmente trasportate con tir lungo le nostre autostrade, capillarmente ai vari rivenditori. Pero’, c’e’ un pero’: di tanto in tanto, specie d’estate, la nostalgia per la bollicina frizzante un po’ riemergeva, e solo per i mesi estivi si cedeva a qualche bottiglia di acqua gasata. Ora, con l’acquisto del gasatore Sodastream il cerchio si chiude. E potremo bere i nostri circa 15 litri di acqua gasata alla settimana (60 al mese, 720 all’anno) senza essere direttamente responsabili per la plastica e il traffico generato per l’imbottigliamento e il trasporto.


As you know, here at sacchibelli’s we try to be eco-friends. Not fanatic eco-friends, but just eco-friends, so, for example, we usually drink tap water. It is good enough, it is cheap, and it easily comes from the pipes. Unfortunately it is not fizzy water and sometimes, in the summer season, we buy some fizzy water at the supermarket. But from now on, with the new Sodastream, we will be able to make fizzy our tap water. So, no more pollution to bring fizzy water to sacchibelli’s place.

Rifiuti

January 5, 2015 // Posted in environment  |  No Comments

Ecco tutti i sacchetti prodotti in pochi giorni dai sacchibelli

Il periodo e’ di sicuro particolare, ma l’altro giorno, mentre guardavamo i sacchetti di immondizia generica, di plastica, di vetro e di carta che si erano accumulati negli ultimi due giorni, uniti ai sacchetti coi pannolini… beh, diciamo che facevano parecchia impressione e hanno indotto qualche riflessione… E pensare che una certa sensibilita’ l’abbiamo, cerchiamo di limitare al massimo i prodotti con imballaggi esagerati e tendiamo a bere l’acqua del rubinetto. Ma evidentemente non basta…


In these holydays garbage production here at sacchibelli’s was impressive. Generic garbage, togehter with glass, plastic, paper and diapers. We need to reduce a bit such a production…

Sprechi energetici

November 6, 2014 // Posted in environment  |  No Comments

Le finestre spalancate col riscaldamento acceso…

Di contabilizzazione del calore su questo blog si e’ parlato gia’ parecchi anni fa (vedi qui). Viviamo in un piccolo condominio (7 famiglie) e pur essendoci prodigati, in questi anni, a cercare di spiegare che gli obblighi di legge relativi alla contabilizzazione del calore (in Lombardia e’ obbligatoria a partire da quest’anno per tutte le abitazioni) hanno un senso perche’ introducono il sacrosanto principio del “pagamento a consumo” che, virtuosamente, induce a un risparmio energetico, non siamo riusciti a convincere il 50% dei condomini a votare per l’adozione di questo sistema, anche ora che e’ obbligatorio per legge. Coloro che si oppongono si appigliano al fatto che, miracoli della legislazione italica (vedi qui), la contabilizzazione e’ si’ obbligatoria, ma per ancora due anni non sono previste sanzioni per gli inadempienti. E nel frattempo, con un autunno piu’ che mite, si e’ gia’ deciso di passare a tenere accesa la caldaia 14 ore (il massimo consentito) e, per non scoppiare di caldo in casa, a tenere aperte le finestre…. No comment.


With a huge delay, Italy too, following a European regulation, is making mandatory the use of metering system to evaluate (and pay) how much heating energy is used by an apartment. In our region (Lombardia), such a good system is mandatory since this year, but for some unknown reason, if you don’t adopt it, you are not punished with sanctions. So, we were not able to convince our co-owners that to pay the heating we use is a good principle, which should guarantee for less wastefullness. And as a result, although we are living a really mild fall season, our common boiler (we share it with our co-owners) is fully working, with the result you see in the picture: open windows to avoid too much heating within the apartment…. No comment

Mobilita’ sostenibile

February 23, 2014 // Posted in environment, Lorenzo  |  No Comments

Lorenzo fieramente alla guida del suo triciclo, sorvegliato da Silvia

Spesso su questo blog abbiamo parlato di mobilita’ alternativa, per una citta’ sostenibile. E anche Lorenzo, nel suo piccolo, sta allargando i suoi orizzonti ricorrento a mezzi alternativi ed ecologici. Oggi per la prima volta siamo partiti ad esplorare il quartiere con Lorenzo fieramente alla guida del suo bellissimo triciclo. Che dire, emissioni zero, felicita’ tantissima.


We often talk about sustainable transport, although we live in a town where this concept is not clear enough to our adnministrators. Also ittle Lorenzo is trying to do his contribution to sustainable transport, and today he started proudly driving his tricycle through the neighborhood.

Acqua fresca?

October 25, 2010 // Posted in environment  |  No Comments

Piu’ volte abbiamo denunciato l’incivilta’ di coloro che abbandonano rifiuti ingombranti ai lati dei cassonetti, anziche’ ricorrere al servizio gratuito di ASM per il ritiro dei materiali ingombranti. Tuttavia, pur essendo Pavia l’ultima tra i capoluoghi di provincia lombardi per quanto riguarda la percentuale di raccolta differenziata, ci siamo stupiti non poco nell’osservare un frigorifero (!!!!) galleggiare placidamente nel Naviglio… Certo, magari il colpevole e’ di Certosa, o di Binasco, ma resta il fatto che, in termini di coscienza ecologica, siamo ben lontani dal civile nord-Europa… Speriamo che almeno il vecchio frigorifero cosi’ maldestramente dismesso sia stato rimpiazzato da un efficiente classe A++


Although we often reported the barbaric practice relative to the dismission of bulky waste around garbage bins, and although Pavia is among the last cities of north of Italy in term of efficiency of waste separation, we were really surprised discovering a refrigerator floating in the “Naviglio”… Hopefully it has been replaced by a more efficient new one, but this is not enough to forgive the responsible…

Switch off

October 21, 2010 // Posted in environment  |  No Comments

Mancano ormai pochi giorni, qui in Lombardia, al passaggio al Digitale Terrestre per quanto riguarda il segnale televisivo. La transizione dalla modulazione analogica a quella digitale purtroppo non risolvera’ il problema del contenuto dell’informazione televisiva. Cosi’ qui dai Sacchibelli si continuera’ a guardare poco la TV (qualche raro programma di inchiesta, come Presa Diretta o Report, e qualche serie televisiva americana). Ma la cosa che colpisce di piu’ di questa transizione e’ il numero di vecchi e gloriosi televisori a tubo catodico che si trovano accatastati intorno ai cassonetti. Segnale questo, ancora una volta, di incivilta’ (l’ASM passa a ritirare, gratuitamente, i rifiuti ingombranti) da un lato, e forse di eccesso di consumismo dall’altro. Sara’ che siamo un po’ nostalgici, ma il nostro tubo catodico Sony (con decoder da 29.00 euro) ci sembra svolgere egregiamente il suo servizio. In fin dei conti noi abbiamo davvero la TV 3D…


Next October the 26th in Pavia too there will be the switch-off of the transmission of the analog TV signal and the transition to Digital Terrestrial Television (DTT). Unfortunately the information carried on the TV signal will be always the same, usually poor and distorted. So here at Sacchibelli we will continue to watch rarely the TV, just for some interesting inquiry program as Presa Diretta and Report. But the amazing thing about this switch-off is the huge number of “old” cathode-ray-tube TV you can find around the garbage bins. Again, this is the demostration of the barbarousness of many city dwellers (ASM, for free, pick up at your place bulky garbage) amd also of the excess of consumering that characterize our society. We probably are a little bit conservative, but we love our Sony cathode-ray-tube TV, and with a very cheap decoder we can hopefully go on for many years. And, at the end, our TV is really 3D.

Alluminio o acciaio?

September 26, 2010 // Posted in environment  |  No Comments

Quasi per caso ci siamo accorti che due lattine di Coca-Cola, apparentemente intentiche, sono fatte una di alluminio (Alu 41) e l’altra di acciaio (Fe 40). Entrambe vengono dichiarate riciclabili, ma sulle campane della raccolta differenziata (almeno qui a Pavia) vengono citati solo vetro e alluminio. Che fare?


It was funny to note that two Coca-Cola cans apparently identical are made with two different materials: one is in aluminium, the other one in steel? What about the recycle? Here in Pavia it seems that only glass and alluminium can be collected together, and steel is not mentioned.