You are currently browsing the archives for April, 2009.

Lungo la via del sale

April 26, 2009 // Posted in free time, friends, Travels  |  1 Comment

Dopo aver studiato a lungo le previsioni meteo (buone per venerdi’ e sabato, e pessime per la domenica) assieme a un gruppo di amici ci siamo cimentati nella camminata lungo la via del sale, un percorso che collega gli appennini pavesi al mar ligure e che storicamente veniva utilizzato per trasportare il sale dal mare alla pianura padana.
La traversata, pur non essendo certo un’esperienza di montagna estrema, ha tutto un suo fascino per la bellezza dei paesaggi, la tranquillita’ dei posti e il contatto con la natura rigogliosa. Cosi’, assieme a Guido, Ivan, Gabriella, Alessio e Antonio i Sacchibelli la mattina di venerdi’ sono partiti da Capanne di Cosola con destinazione Torriglia, piccolo borgo incastonato tra le montagne dell’entroterra ligure, punto di arrivo della prima tappa.
Dopo aver superato un tratto iniziale, pesantemente e inaspettatamente innevato, che ha rallentato parecchio la comitiva, la spedizione ha proseguito raggiungendo il monte Carmo e poi inerpicandosi sulla vetta del Monte Antola, luogo di suggestiva bellezza, per poi scendere a Torriglia, alloggiando all’Hotel della Posta.
Stanchi ma soddisfatti ci siamo quindi rifocillati presso lo stesso albergo, per poi concederci un piccolo tour per il centro del paese.
Dopo i 25 km di venerdi’, il sabato mattino ci aspettavano altri 30 km da percorrere prima di raggiungere il mare a Recco. Il miraggio pero’ della famosa focaccia e il desiderio di completare il percorso hanno ridato energie ai nostri prodi che si sono cosi’ incamminati lungo gli splendidi sentieri sui crinali liguri.
Alla fine, con 10 ore di cammino il primo giorno, e 9 ore (comprensive pero’ delle soste pranzo) il secondo, la missione e’ stata compiuta e piu’ che soddisfatti per questa bellissima gita, siamo tornati in treno a Pavia. Stanchi, ma felici.


Weahter was expected to be good last Friday and last Saturday, while a lot of rain was expected on Sunday. So, together with some friends (Ivan, Gabriella, Antonio, Alessio and Guido) we decided, on Friday, to walk through the via del sale, a wonderful path through the Apennines starting from the province of Pavia and reaching the sea around Genova (in particular we decided to go to Recco to eat the famous focaccia). We stopped, late on Friday, at Torriglia, after we reached the pinnacle of Monte Carmo and Monte Antola, still full of snow. We were very tired after the first day, but we had good dinner and we relaxed enough during the night, so, on Saturday morning, always with a sunny day, we left Torriglia planning to walk for about 30 km up to Recco.
The walk was very long and tiring, but at the end we reached Recco and the group was very excited because of this. It was a very nice experience, both for the wonderful landscapes we have seen and for the strong friendship that link us to Ivan, Gabriella, Alessio, Guido and Antonio. To spend two days together has really been a nice experience. Thanks again.

Bento Box

April 19, 2009 // Posted in food  |  No Comments


Fortunatamente, almeno finora, gli effetti della crisi economica non hanno impattato piu’ di tanto sul nostro stile di vita. La preoccupazione ovviamente resta ma finora, a parte limitazioni “simboliche” come l’obbligo di fare ferie o la riduzione del valore del buono pasto, ce la siamo cavati abbastanza bene.
La riduzione del mio buono pasto in particolare ha dato lo spunto a Silvia per dotarmi, uno o due giorni alla settimana, di Bento Box. Cosi’ tipicamente il lunedi’ faccio la pausa pranzo in ufficio mangiando le prelibatezze che Silvia mi prepara la sera prima. E stavolta sono stato particolarmente fortunato visto che la Bento Box, in perfetto stile orientale, contiene dell’ottimo Sushi…. E si presenta decisamente bene.



Hopefully, till now, the effects of the economic crisis didn’t have any significant impact on our lifestyle. Sometimes we are forced to spend some days in vacation and I had a reduction on the value of the “lunch ticket”, but, considering what’s happening around us, we are lucky enough.
The reduction of the economic value of the “lunch ticket” gave to Silvia the opportunity to introduce me into the “Bento Box” world. So, usually on Monday, I have lunch at the office eating some nice thing Silvia cooked the evening before. Today I was very lucky because it’s time for sushi… 🙂

Preparando il pedale maiale

April 19, 2009 // Posted in bike  |  No Comments


Ormai la partenza per il Pedale Maiale 2009 e’ prossima. Quest’anno si andra’ sui colli senesi e anche se probabilmente non troveremo le dure salite dell’anno scorso sulle alpi apuane, di sicuro non sara’ una passeggiata, visto che comunque ci arrampicheremo sul monte Amiata.
Fatto sta che, per evitare di soffrire troppo durante le varie tappe, ho cominciato ad allenarmi un pochettino, e cosi’ sabato mi sono arrampicato sulle colline dell’Oltrepo’, transitando da Canneto e da Castana. Un giro breve, e forse classico, ma pur sempre suggestivo. Nella foto il paesino di Cigognola sull’altro versante delle colline.


We are close to the 2009 Pedale Maiale event, and it’s time to start some training. This year we will ride our bicycles through the “Colline senesi” a wonderful place within Tuscany. Although the hills around Siena are not so hard, some training is still needed because, for example, we will reach also the top of Monte Amiata (1400m high). So, last Saturday I rode up to Canneto Pavese and Castana, two small villages within the Oltrepo’ Pavese, with some nice climbs. Probabl it won’t be enough to be well trained, but for sure it has been a nice ride.

La bici proletaria

April 19, 2009 // Posted in bike, cars  |  No Comments


Sabato siamo passati a ritirare la mia bicicletta da citta’ (quella col cesto e pure le borse) dal ciclista che l’aveva in riparazione. Benche’ infatti cerchi di fare il meccanico della mia bicicletta, a volte i guasti sono per me troppo difficili da sistemare. Questa volta il problema riguardava i pedali.
Pur possedendo una bella bici da corsa (la mitica road bike comprata al Missing Link 8 anni fa) e una gloriosa Mountain Bike (il celebre B52 che mi accompagna nel Pedale-Maiale), ho sempre considerato la bici come un mezzo di trasporto molto proletario, e per questo affascinante. Di certo e’ cosi’, ma a guardare le auto dei clienti dello stesso negozio (che non solo ripara, ma anche vende delle bellissime bici), forse la sacchibelli-bici e’ piu’ proletaria di altre….


Last Saturday we went to pick up my city bike (the one with basket and bike rear bags) at the bike shop where we brought it the week before to fix some issues at its pedals.
We are happy users of our bicycles and although I have also a very nice road bike (the one coming from Missing Link at Berkeley) and a legendary mountain bike (the B52 I use during Pedale-Maiale travels), we use to consider the bicycles as the most proletarian way to move around…
I think this is true, although looking at the cars in the parking lot in front of the same bike shop, probably not all the bicycles are so proletarian…

Pasquetta a Bobbio

April 13, 2009 // Posted in celebrations, free time, Travels  |  No Comments


Oggi era il lunedi’ di Pasquetta e per noi italiani e’ il classico giorno di festa in cui si organizza una gita fuori porta. Quest’anno, assieme a Silvia e Luisa, siamo andati a Bobbio un bellissimo borgo in provincia di Piacenza, ai piedi del Monte Penice.
La giornata di sole era particolarmente invitante, e cosi’ ne abbiamo approfittato per il piu’ classico dei picnic. Bobbio e’ decisamente interessante ed e’ stata perfettamente ristrutturata. Particolarmente spettacolare e’ l’antico ponte “gobbo” romano, decisamente suggestivo.
Tornati a casa, per mantenere viva la tradizione del giro in bici di Pasquetta, abbiamo quindi pedalato fino a Certosa, riscaldati da un tiepido sole molto piu’ californiano che padano.



Today is the classic Monday after Easter and in Italy it is vacation time. Usually we go in some nice place around, by bike or by car. Today we choose to reach (by car) Bobbio a small and historic village in the “oltrepo’ Pavese”, not far from “Monte Penice”. It was a nice sunny day and together with Silvia and Luisa we had lunch in a nice park (we prepared some good sandwiches and we ate some fruit too), and then we visited the village. It is very impressive how this place is clean and how nicely every building has been restructured. One of the most impressive point is the roman bridge, also called “hunchbacked” bridge because of the particular shape.
Once back to Pavia it was again sunny and lightly, so we decided to ride also our bicicles a little bit and we reached Certosa di Pavia.
Unfortunately tomorrow we have to come back to work, but today has been a very nice day.

A special bread

April 13, 2009 // Posted in food  |  1 Comment


Sempre traendo ispirazione dal sito del Cavoletto di Bruxelles Silvia ha preparato stavolta delle squisite treccine alla ricotta, tanto belle quanto buone. Alternando cosi’ il pur sempre ottimo pane prodotto con la macchina del pane (la mitica Princess), con questi tipi di pane che sono anche particolarmente fotogenici, i Sacchibelli di fatto non comprano piu’ il pane al supermercato o in panetteria. E non ne sentono la mancanza.


Always following the delicious website Cavoletto di Bruxelles Silvia prepared a special bread called treccine alla ricotta. As you can see looking at the recipe, ricotta cheese is the secret ingredient for this bread that looks wonderful. Sacchibelli are almost free from commercial bread you can find at supermarket and usually they prepare bread using the Princess bread machine. Now, we these new experiments, as you can see from the picture, their bread is not only good, but it looks very nice too.

Un pranzo speciale

April 5, 2009 // Posted in friends  |  No Comments


Oggi Carlo, un nostro caro amico, ci ha invitato a pranzo a casa sua. La moglie Susana e le splendide bimbe Marina e Sofia sono tornate in Spagna per qualche giorno e cosi’ Carlo si e’ esibito ai fornelli. Da buon pugliese ha preparato uno splendido pranzo a base di pesce. L’antipasto con alici e olive, accompagnato da un buon vino rose’ del Salento e da eccezionali taralli ha fatto da introduzione a uno straordinario piatto di spaghetti con le vongole. Per completare il pranzo a base di pesce, un’ottima occhiata al cartoccio. Infine, stavolta non a base di pesce, il celebre gelato dei Sacchibelli (alla fragola). Che dire, complimenti Carlo.



Today we had lunch at Carlo’s place. Carlo is a colleague of mine and a true friends of Sacchibelli. His wife Susana is back to Spain for a short trip with the beautiful daughters Marina and Sofia, so he managed a special lunch mainly based on fish. Anchovies and olives as appetizers, together with a very good wine from “Salento”, and then an amazing dish of “Spaghetti con le vongole”. They were great, and it was great also the following occhiata al cartoccio. As a dessert we brought our famous “gelato” (today it was based on fresh strawberries). We have to thank Carlo: to spend time with him is always nice and funny, and today we discovered he is also a great cook.

Colazione energetica

April 5, 2009 // Posted in food  |  No Comments


Silvia e’ un’appassionata lettrice de Il cavoletto di Bruxelles un celebre food blog spesso fonte di ispirazione di ottimi piatti. Questa volta e’ toccato a una torta un po’ particolare, chiamata Caffe’ corretto versione cake, una torta forse un po’ calorica, ma decisamente interessante, con il tocco della grappa a renderla unica. Oggi i Sacchibelli fanno colazione con questa specialita’, dal momento che la colazione energetica e’ fondamentale…


One of the preferred food blog Silvia usually read is Il cavoletto di Bruxelles, where she often finds some interesting idea. Today she focused on a special cake, called Caffe’ corretto versione cake. Its peculiarity is that, inside, there is both coffee and grappa. Probably it is a little bit energetic, but this will constitute the base for next Sacchibelli’s breakfasts.

Tulipani

April 5, 2009 // Posted in flowers  |  No Comments


Continuiamo i post primaverili con le foto dei nostri tulipani. Ci siamo molto affezionati, visto che sono discendenti dei 10 bulbi che abbiamo comprato ad Amsterdam ormai due anni fa.
Quest’anno la varieta’ dei colori e’ stata minima (sono tutti rossi tranne due bianchi) e certo, non sono forse i tulipani piu’ belli del mondo (sono tutti storti e faticano a stare dritti) ma siamo comunque piuttosto orgogliosi. E poi e’ curioso che dai 10 bulbi iniziali quest’anno siano fioriti piu’ di 20 tulipani….



Let’s continue with post based on something related to spring. Today it’s time to show our tulips. THey are only red or white and probably they are not the best tulips in the world (they are weak and they cannot stand in vertical position). However we love them and we are proud of them. We started two years ago when we bought 10 bulbs at the Amsterdam flowers market and today we have more then 20 tulips. This is a little bit strange, to be honest…