You are currently browsing the archives for the “Pavia” category.

Ondivaghiamo

May 7, 2018 // Posted in Pavia  |  No Comments

I bimbi all’esperimento coi colori

Sabato, presso il Museo di Tecnica Elettrica, si e’ svolta un’anteprima della festa della luce, con laboratori a cura di Ondivaghiamo, e con la presenza di Carla, nostra ex professoressa a elettronica, e cara amica. Il laboratorio e’ stato molto ben curato, riuscendo ad attirare l’attenzione di tanti bimbi per tutto il pomeriggio. Merito di Carla e dei ragazzi che con entusiasmo hanno animato l’evento. E anche la location e’ piaciuta molto, soprattutto il bel prato esterno, dove prima sono state fatte tante bolle di sapone, e poi i bimbi hanno corso a perdifiato, inseguendosi. Brava Carla, e bravi tutti gli “ondivaghi”, bellissima iniziativa.


Bea insegue Lorenzo

Saturday we went at “Museo della Tecnica Elettrica” to partecipate to a laboratory about “light” organized by Ondivaghiamo, with our friend and (previously) our teacher of electronics, Carla. Lorenzo and Bea enjoyed a lot both the laboratory and the location, in particular the beautful meadow where they ran a lot, almost invisible. Great job Carla!!!!

Gecko mimetismo

Il potere terapeutico della salamella

April 24, 2018 // Posted in Pavia  |  No Comments

Il mitico panino con salamellaA volte le giornate in ufficio sono molto pesanti. Non sempre per fortuna, ma a volte si. Solitamente tornare a casa e trovare l’abbraccio festoso di Bea e Lorenzo fa subito dimenitacare la fatica della giornata. Stasera per di piu’, la componente maschile adulta di casa sacchibelli si e’ concessa una partita a calcetto con gli amici, e, dopo la partita, ci si e’ concessi l’ottimo panino con la salamella e la birra che vedete nella foto. E dopo i problemi al lavoro sono passati tutti in secondo piano…


Sometimes the day at the office is very tiring. But hopefully, when the adult male component comes back from Milan, he finds the happy smiles of Lorenzo and Bea. Today there was also time for a soccer match with some good friend, and, after that, we enjoyed a great “panino con salamella” with a lot of beer. And after that everything was forgetted..

Neve

March 4, 2018 // Posted in Pavia  |  No Comments

Bianchino, con i sacchibelli

Era da qualche anno che non nevicava piu’ a Pavia (vedi qui). Bea era nata da pochi giorni, e Lorenzo e Anna avevano costruito bellissimi pupazzi di neve al Castello. Oggi allora, festa grande, perche’ dopo la neve di giovedi’ e venerdi’, e’ arrivld ata anche quella del sabato, e nel pomeriggio, sotto casa, abbiamo costruito bianchino, un super pupazzo di neve, decisamente gigante. Evviva la neve… ma ora abbiamo tanta voglia di primavera, sappiamo che sta arrivando!!!


Sotto la neve, prima di andare in piscina

Snow is always something magic, mostly for the babies. So, after the Thursday and Friday snow, we had also snow on Saturday. And the fun was to have time, in the afternoon, to build a giant snowman, similar to the one Anna and Lorenzo built three years ago (see here). That time Bea wasfew days old, while this year she was very happy and excited because of the snow. But now, after this freezing week, we need to breath a bit of spring time…..

Anche mamma Silvia sotto la neve

Raccolta incivile

January 7, 2018 // Posted in Pavia, Uncategorized  |  No Comments

Il triste contenitore stracolmo

Quando un contenitore (nel caso specifico per i farmaci scaduti) è pieno, una persona civile evita di utilizzarlo, e ne cerca uno più sgombro, o aspetta che venga svuotato. A Pavia evidentemente non tutti sono civili…


When a waste container (specifically for expired medicine) is full, a civil person don’t use it and look for a more empty container around, or wait for its emptying. In Pavia, evidently, there is some uncivilized people…

Visita al mulino

November 26, 2017 // Posted in Pavia  |  No Comments

L’antico Mulino Ferrari

Non sapevamo, fino a qualche giorno fa, di abitare non troppo lontano dall’ultimo mulino della Vernavola, il Mulino Ferrari; saputo che oggi si sarebbe potuto visitare il mulino, ne abbiamo approfittato per una pedalata coi bimbi, fiduciosi di far loro vedere qualcosa di bello. Beh, il mulino, recentemente restaurato, era ben piu’ bello di quanto ci si potesse immaginare, e il personale che si e’ prodigato nelle spiegazioni, e’ stato gentilissimo. Insomma, un posto bello e fino a pochi giorni fa sconosciuto, a due passi da casa. E con uno spaccio davvero interessante… E Silvia ha finalmente trovato la mitica farina “fumetto”, ingrediente base per le pangialdine…

Francy, Lorenzo e Bea dentro il mulino


Lorenzo e Bea, due Sacchi tra i sacchi

We discovered, few days ago, that not far from our place there was the last mill on the Vernavola canal. During the weekend it has been possible to visit it, after a recent renovation. We thus went there with Lorenzo and Bea (and with zia Lulu’, zio Paolo and little Francy) full of curiosity. And we discovered a wonderful place, with very nice people (the owners) kindly ready to explain the history of the mill and how it works. And we also enjoyed the little shop, full of nice products.

Foto di gruppo al mulino

Un tour nella Ticino Valley

November 25, 2017 // Posted in Pavia  |  No Comments

Il Bongio (Photeon) con Albero, Ugo, Marika, Wissam e Gino

Il Bongio (Photeon) con Alberto, Enrico, Marika, Wissam e Gino[/caption]Con l’evoluzione degli ultimi mesi, dall’implosione di Marvell Italia all’arrivo di nuove realtà del mondo dei semiconduttori che ne hanno, in vari modi, acquisiti i talenti, qui a Pavia sembra quasi di essere, fatte le debite e dovute proporzioni, in Silicon Valley. Se dalla fine di Marvell Italia sono nate Esilicon (che ha acquisito il gruppo di Marvell che sviluppa High Speed Serial Interfaces), Catena (società olandese controllata da NXP, che ha riassunto il gruppo che sviluppava chipset RF in Marvell) e Silicon Mitus, azienda coreana che ha assunto il gruppo che sviluppava PMIC in Marvell. Inoltre, altre realtà della microelettronica pavese hanno colto l’attimo per provare ad espandersi, e così pure Infineon, AMS e Photeon sono in cerca di progettisti microelettronici. Se poi ci allarghiamo fino alla periferia sud di Milano, ad Assago Maxim e TDK stanno crescendo. E ovviamente c’è pure STMicroelectronics.
Così mercoledì, approfittando della donazione del sangue, la componente maschile adulta di casa sacchibelli si è concessa un tour per le realtà post-Marvell, per rivedere vecchi amici, salutare ex colleghi e ritrovare il sorriso nei tanti che, durante le ultime fasi di Marvell, avevano invece sofferto. Prima tappa dal piccolo gruppo di Catena, dove ho ritrovato Ugo, Alberto, Marika, Wissam e Gino), da li’ un salto a Photeon, per riabbracciare il Bongio e Santina. Poi pranzo con gli amici di eSilicon, con anche Silvia, e infine sosta in Silicon Mitus, per ritrovare il Pesu e i tanti amici con cui ho condiviso tanti anni di Marvell. Insomma, una giornata un po’ nostalgica ma certo positiva. Ci rivediamo tra tre mesi…


A pranzo con gli amici di Esilicon

Last Wednesday the male component of sacchibelli’s family spent the whole day in Pavia because of his blood donation. He did a lot of stuffs but he also did his best to meet all the former colleagues that, after the implosion of Marvell Italy, found their way in new semiconductor companies, like eSilicon, Catena and Silicon Mitus. The presence of so many semiconductor companies here around, like in a small silicon valley, is a bit surprising, but for sure it is a good moment… Let’s hope that such a situation will keep for many years.

Mangiafuoco

October 23, 2017 // Posted in free time, Pavia  |  1 Comment

Lo spettacolo del fuoco

Sabato sera, incuriositi dall’iniziativa “Giocanda“, ci siamo recati nella piccola piazza di San Marino, per assistere allo spettacolo di fuoco. In realta’ prima dei pur bravi artisti del fuoco, ci siamo gustati l’ottimo spettacolo del mago Julian, veramente bravo e apprezzato da bimbi e dai grandi. E molto bella l’iniziativa che, almeno per un giorno, ha valorizzato una delle tanto belle e suggestive piazzette di cui e’ ricca la nostra citta’.


Saturday night we went out with the babies to watch a “fire show” in a little square in the center of the town. The show was good, but both Lorenzo and Beatrice enjoyed more the show of wizard Julian, a really talented guy from Argentina, very appreciated both by children and by parents.

Una serata speciale

September 22, 2017 // Posted in environment, Pavia  |  No Comments

Eccoci (quasi) tutti schierati intorno al tavolo

In questa lunga estate (che termina proprio oggi), abbiamo avuto un giro piuttosto complicato di baby sitter che ci hanno aiutato coi bimbi, visto che l’asilo e’ ancora ben lontano dall’essere a regime, almeno per Bea. Tra queste, Fatima e Jamila sono quelle che piu’ sono state coi bimbi, e si sono dimostrate davvero speciali. Fatima l’abbiamo conosciuta al Rodari (dove ha svolto il servizio civile), Jamila l’abbiamo conosciuta tramite Fatima. E stasera abbiamo avuto il piacere di ospitarle (assieme alle rispettive sorelle) qui da noi, per una semplice pizza da asporto. Abbiamo cosi’ conosciuto anche Jamila, sorella di Fatima e Sara, sorella di Jamila, e abbiamo passato una serata davvero piacevole, ravvivata anche dall’allegra spensieratezza dei bimbi, in particolare di Beatrice. Grazie per essere passate a trovarci; siamo sicuri che ci rivedremo presto, tutti assieme.


During this summer we had to ask some help for Lorenzo and Bea, because their schools still are not working at 100%. We had many baby sitters, but at the end, two of them, Fatima (we met her at kindergarden) and Jamila (we met her thanks to Fatima) were the ones that helped us most of the time. For this reason we were very happy when both of them accepted the invitation at our place for a simple pizza; moreover they brought also Jamila and Sara, their sisters, and we really spent a nice evening. Thanks for coming, for being so kind with our little Lorenzo and Bea, and, more in general, thanks for helping us with the kids.

Pedalongobarda

September 18, 2017 // Posted in bike, Pavia  |  No Comments

Anna e Lorenzo pronti a partire

Oggi, nell’ambito del “Lebici festival“, organizzato in questi giorni a Pavia, abbiamo partecipato alla “Pedalongobarda“, una pedalata di gruppo, per grandi e piccini, attraverso i monumenti storici di Pavia, ripercorrendo la storia dei longobardi. E’ stata un’occasione per Lorenzo, e per la sua amica Anna, di pedalare ormai come i grandi, nonostante la bici con le ruote piccolissime. Certo Lorenzo non ha apprezzato le soste durante le quali venivano letti brani della storia dei longobardi, ma la pedalata e’ stata decisamente affascinante. La piccola Bea invece se l’e’ fatta nel seggiolino, un po’ con papa’, un po’ con mamma, ma anche in lei sembra scorrere il sacro fuoco della bici, visto che comunque, un pezzo di strada per avvicinarsi al centro l’ha fatto con la sua bici rossa senza pedali.

In pole position…


Anche Bea si sta preparando…

Today there was a nice bike ride through the historic center of Pavia, following the history of “Longobardi”. It was a nice occasion, for Lorenzo and for his friend Anna, to ride their little bicycles. Hopefully we rode through safe paths, but sometimes it was a bit risky because of the “terrible” floor of the center of Pavia. But Lorenzo and Anan did their best and they were very proud of this ride. Good job. While Lorenzo and Anna were riding, little Bea and Marta were carried by the parents… but little Bea tried a short ride with her red bike… Maybe next year…

Rotonda

July 19, 2017 // Posted in Pavia  |  1 Comment

I lavori di costruzione della rotonda

Non occorre essere scienziati per capire che le rotonde rappresentano, per i ciclisti, un punto molto pericoloso (vedi qui, qui e qui). Tuttavia, a volte, se ben dimensionate e date opportune caratteristiche dei flussi di traffico che vi incidono, permettono di rendere il traffico automobilistico più scorrevole rispetto a un incrocio semaforico. Cio’ premesso, pur non avendo a disposizione i dati sui flussi di traffico, l’incrocio tra viale Campari e via San Giovannino, vicino a casa nostra, non presenta certo le caratteristiche ideali per essere reso piu’ scorrevole con una rotonda, visto che a valle e a monte, in qualunque direzione ci si muova, si incontrano altri incroci semaforici. Ebbene, la nostra illuminata Amministrazione Comunale ha ben pensato di sostituire l’incrocio semaforico con una rotonda. L’unico risultato che si otterrà, per quanto riguarda il traffico automobilistico, sarà di spostare gli ingorghi nei successivi incroci semaforici. Tra gli svantaggi invece ci vengono in mente

  • Abbattimento di tigli (che hanno almeno 50 anni);
  • Riduzione significativa della superficie di un bel parco giochi recentemente ristrutturato dalla stessa amministrazione, con una spesa di 120.000 euro
  • Interruzione di una pista ciclabile, con i ciclisti ora costretti a attraversare una pericolosa rotonda
  • Aumento della pericolosità degli attraversamenti pedonali
  • Complicazione nell’uscita dei mezzi dei Vigili del Fuoco
  • f

Che dire, una decisione illuminata. E un voto in meno alle prossime elezioni…


Our local administration decided to build a roundabout at the crossing of viale Campari and viale San Giovannino, very close to where we live. Such a decision looks like very stupid, because the best result that they can achieve is to move the traffic jam from that crossing, to the next one, where there is still a traffic light. Moreover, they are cutting a lot of trees, they are reducing the area of a nice playground, recently restructured, and for sure we will have a lot of additional risks for pedestrians and cyclists, because it is known that roundabout are very dangerous for these categories (see here, here and here. Congratulations for such a stupid decision…