You are currently browsing the archives for the “Uncategorized” category.

Incroci francesi

November 15, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Selfie with Stefano

Nella settimana in cui, per due volte, la componente maschile adulta di casa sacchibelli si e’ recata in Francia per lavoro, prima a Grenoble, e poi a Sophia Antipolis, ci sono state occasioni per incontri e rimpatriate. Della serata con Carlo a Grenoble gia’ si e’ detto. A Sophia-Antipolis invece e’ stata la volta di un altro ex collega Marvell, il buon Stefano, che da qualche hanno ha ormai riparato in questi posti meravigliosi… E’ stato un incontro veloce, giusto per un selfie, breve ma molto piacevole. A presto Stefano!!!

During his last trip to Sophia-Antipolis, the male component of sacchibelli’s family met another former Marvell colleague: Stefano, who moved in these nice places few years ago, before Marvell collapsing. Thanks Stefano for stopping at Cadence for a selfie. In my next visit I will do my best to stay a little bit more with you.

Weekend lungo al mare

November 11, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

In piazza, a pranzo, tutti assieme

E’ bastato il primo ponte autunnale per farci scappare al mare, nonostate le previsioni meteo non perfette. E Finale ci ha comunque regalato tre giorni speciali, non cosi’ male (è piovuto solo domenica) dal punto di vista meteo, e con tanta allegria e felicità. Con in più la sorporesa della visita dei nostri amici Luca e Chiara, con Anna, Marta e Cecilia.

Sull’amata spiaggia…

Last weekend, thanks to All Saint’s day we had a day more of holiday and we decided to go to Finale, although weather was not expected to be good. But at the end it was good enough and we spent three lovely days all together. And on Friday we also had the visit of Luca and Chiara, together with Anna, Marta and Cecilia.

Selfie aFinalborgo

La scheggia

October 5, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

La (non piccolissima) scheggia di legno

Circa due mesi fa, poco prima di partire per il mare, la componente maschile adulta di casa sacchibelli si è ferito con una scheggia di legno di un tavolino. Niente di grave, la scheggia è stata tolta, si è disinfettata la ferita, e si è partiti per il mare.
Il dito in realtà ha continuato a dare un po’ fastidio anche nei giorni successivi, ma si confidava in una pronta guarigione. Invece, per giorni e settimane la piccola ferita ha avuto una sua evoluzione, senza mai diventare critica ma generando comunque un fastidio, se non un piccolo dolore… Ormai assuefatto e rassegnato, due mesi dopo, durante una riunione di lavoro, la componente maschile adulta di casa sacchibelli ha cominciato a pigiare sulla ferita, per cercare di capire la natura del male che derivava. E cosi’ ecco arrossarsi, dalla parte opposta della falange, un piccolo puntino, diventato sempre più rosso. E poi una goccia di sangue, e poi una punta di qualcosa e poi un pezzo di scheggia (non proprio minuscolo)… che esce finalmente dal dito, non dal foro da cui era entrato… Una descrizione un po’ splatter, ma ora il dito sta molto meglio….

Il dito, con foro di entrata e di uscita della scheggia…

After roughly 2 months, a wood splinter came out from the finger of the adult male component of sacchibelli’s house. Now it is clear what was causing troubles to Enrico in the last period…

Altri incontri californiani

September 30, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Con Colin, dopo il pranzo vietnamita

Il viaggio a San Josè è stato breve, eppure la componente maschile adulta di casa sacchibelli si è data da fare per mantenere vivi i tanti contatti che abbiamo in quella zona. Cosi’ mercoledi’ si e’ concessa un pranzo vietnamita con il mitico Colin (visto già l’anno scorso), e giovedì, nel campus, ha reincrociato il vecchio amico Sekhar (incontrato pure lui anche l’anno scorso, vedi qui)

Con Sekhar, al Campus Cadence

The trip to San Josè has been short, but it allowed to the adult male component of sacchibelli family to meet many friends he knows around that area, like Colin and Sekhar…

Incontri ravvicinati

September 25, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

A cena con Marco e Matteo

Succede che, per lavoro, la componente maschile adulta di casa sacchibelli deve trascorrere circa una settimana nel cuore della Silicon Valley. Poco tempo (zero) per il turismo, ma pur sempre un’occasione unica per tornare a respirare la magica aria della California e, sopratutto, incontrare quei (tanti) amici che qui ormai vivono da anni. Cosi’ domenica sera, appena arrivato, sono stato da Ale ed Emiko, e dai loro sempre piu’ fantastici bimbi, Mara, Lisa e Edo. E lunedi’ sera invece cena con Marco e (l’ormai non piu’ classificabile come bimbo, visto come e’ cresciuto) Matteo (sperando di riuscire a incrociare Anna prima di ripartire). Insomma, il caldo abbraccio di questi amici speciali ha reso ancora piu’ speciale questa settimana….

Lisa, Edo e Mara

This week, the adult male component of sacchibelli family is around the Silicon Valley. A place where always he likes to come back (for a short period), also because there is the possibility to meet some very good friends living in the area. So Sunday I had a dinner at Alessandro’s and Emiko’s place, and on Monday I went out with Marco and Matteo. Thanks a lot for being so special to me, and thanks for the beautiful time spent together.

Sea Watch 3

July 2, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Immagino un bambino, su quella barca, aggrappato ai genitori. Un bambino che fugge da un paese in guerra, un bambino che forse non percepisce tutte le difficolta’ di crescere in un paese del genere… I bambini a volte sono sorprendenti nella loro ingenuita’. Immagino gli occhi di questo bambino, che guardano con cieca fiducia ai genitori, che lo portano su una nave malridotta, coscienti dei rischi, ma speranzosi di fuggire verso un futuro migliore. E continuano a guardarsi intorno,, questi occhi, quando la barca comincia ad imbarcare acqua, e vedono le lacrime e il dolore nei genitori e in tutti coloro che, ammassati, viaggiano stipati su quel barcone. Immagino gli occhi di quel bambino, quando vedono arrivare una nave in soccorso, e le speranze che rinascono. Immagino gli occhi di quel bambino, passata la paura, che contemplano da lontano le coste di un’isola meravigliosa: il mare cristallino, le spiagge. Forse anche le urla di gioia di altri bimbi al mare. E l’isola sempre piu’ vicina, eppure sembra che la nave che l’ha salvato non possa attraccare. Immagino gli occhi di questo bambino, guardare il mondo intorno a se’, guardare le navi che impediscono l’attracco, guardare la terra promessa, a un passo, senza poterla toccare. E immagino che questi occhi non capiscano.

Immagino altri due occhi, stavolta di un bambino che guarda dalla spiaggia, lontano verso il mare. Sono gli occhi di un bambino, probabilmente in vacanza, che scrutano l’orizzonte, dopo aver sentito, magari in TV, che una nave era alla deriva e un’altra nave e’ arrivata in suo soccorso. La TV parlava di una ragazza, alla guida di questa nave di soccorso. E gli occhi di questo bambino immaginano magari una super eroina, come Captain Marvell, che ha salvato 42 poveri migranti. Scruta l’orizzonte, speranzoso di vedere avvicnarsi questa nave, magaari di vedere e conoscere questa nuova super eroina. E finalmente la nave compare, poco fuori dal porto. Ma anziche’ festeggiarla, altre navi si oppongono al suo attracco. Immagino gli occhi di questo bambino, delusi, che non capiscono. Non capiscono perche’ la nave venga respinta, e quando finalmente la nave attracca, l’eroina viene addirittura arrestata. E sono sicuro che anche gli occhi di questo bambino, non capiscono.

I bambini possono non capire; il bambino migrante e il bambino sulla spiaggia potrebbero ssere compagni di scuola, essere amici e giocare insieme. Gli occhi innocenti dei bambini non possono capire. Ma noi siamo adulti, e non possiamo non capire…

Lorenzino ci prende gusto

May 13, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Lorenzino in palleggio

Eccoci ad un altro raggruppamento di pallavolo, questa volta nel bell’impianto di Vellezzo Bellini. E Lorenzo che continua a divertirsi, prendendo sempre piu’ confidenza con quel bellissimo sport che è la pallavolo

Lorenzo all’attacco

Week after week Lorenzo continues to enjoy playing volleyball at school. And today we went to Vellezzo Bellini, to see another exhibition, with a lot of baby players having fun with volley. Good job Lorenzo!!!

Un giorno tra gli animali

April 29, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Lorenzo, Bea e, sullo sfondo, le giraffe
Un rapace vicinissimo a noi

Per festeggiare l’ultimo giorno di queste lunghe vacanze pasquali, approfittando della bella giornata, abbiamo deciso di andare ad ammirare gli animali di Zoom, il parco zoologico di Cumiana, vicino a Torino. L’ingresso non è propriamente economico, ma la struttura merita, ammirare gli animali in libertà è emozionante, e la sensazione è che la struttura sia ben gestita, con grande rispetto per gli animali stessi. E per i bambini è stato uno spettacolo sensazionale poter vedere così da vicino le giraffe, gli ippopotami (spruzzoni), le tigri, i lemuri, i pinguini, i gibboni, le testuggini e lo struzzo Godzilla, per citare solo una parte della ricca varietà di animali che si possono ammirare. Insomma, una giornata davvero bella e un’esperienza da ripetere.

I pacifici cammelli
L’altrettanto pacifica giraffa
Lorenzo, Bea e il lemure
Selfie con tigre, sullo sfondo

Today, to celebrate the end of the long Easter vacation, we decided to visit Zoom, a zoological park close to Torino. Lorenzo and Bea were very enthusiastic and to see so many animals close to us, living in a friend and open environment has been for sure an amazing experience. We were impressed by the big tigers, and by the hippos. We liked the birds of prey exhibition, the penguins, the lemurs, the rhinos and the huge variety of animals, from everywhere in the world. And, as you can see, we took a lot of pictures.

Tra un animale e l’altro, sosta al parco giochi
La maestosa tigre

Natale con i tuoi, Pasqua…

April 24, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Bea alle prese con l’uovo di cioccolato

Quest’anno, a differenza degli altri anni, anche a Pasqua siamo rimasti a Pavia. Dopo il rito dell’apertura delle uova di cioccolatosiamo andati a pranzo a casa di Marco e Francesca, per la gioia di Lorenzo e Bea, coccolati da Michele e Ilaria. E’ stata un po’ la replica del Natale, con lo stesso ottimo (e abbondante) pranzo, e la vivacità dei bimbi a fare da leit-motif. E c’e’ stata pure l’occasione per immortalare i nonni con tutti e quattro i nipoti.

Lorenzo alle prese con l’uovo di cioccolato
L’allegra tavolata

This year, at Easter day, we had a lunch at Marco’s and Francesca’s place, exactly like it happened at Christmas. The lunch was good and huge, as expected, and Lorenzo and Bea really enjoyed staying with their “big” cousins Michele and Ilaria. They brought a lot of happiness and excitation, and there was also the possibility, for the grandparents, to get a picture with all their nephews

I nonni con tutti i nipoti

Sette anni di Lorenzo

April 15, 2019 // Posted in Uncategorized  |  No Comments

Il rito delle candeline con gli amici

Sette anni fa (il 16 aprile) nasceva Lorenzo, regalandoci una gioia senza pari. E ritrovarsi, con due giorni di anticipo, a festeggiare il suo settimo compleanno è stato bello e speciale. Sette anni sono tanti, ma sono volati. Sette anni sono tanti, ma Lorenzo è comunque sempre un bimbo, adorabile e testone, e la sua felicità è la nostra gioia. Ci siamo stretti intorno a lui, con gli amici più cari e i parenti più stretti, in una appassionante festa incentrata su una caccia al tesoro un po’ artigianale, ma divertente. Insomma, è stata una bella festa, coi sorrisi, l’entusiasmo, la torta, la pignatta, i giochi e non poca emozione. Tanti auguri Lorenzino…

La pignatta ninjaco fatta da Silvia
L’assalto alla pignatta

Seven years ago Lorenzo arrived. And he made our life full of joy. It is unbelievable, but in a while seven years fled so fast. And it was nice to see Lorenzo so happy and smiling during his birthday celebrations, with his friends. We organized a self made treasure hunt, and it was funny enough, although weather was not so good. Thanks Lorenzo for being our special kid, thanks to your friends for being so kind with you, and thanks for your fantastic toothless smile…

La pastafrolla col robot, preparata da Silvia