You are currently browsing the archives for the “bike” category.

Salite e discese

April 2, 2021 // Posted in bike, Lorenzo  |  No Comments

La temibile rampa dei garage

Lorenzo, la cui bici sembra ormai piccola, pedala sempre più volentieri ed è riuscito addirittura a salire la rampa dei garage, decisamente ripida e finora mai superata da nessun ciclista… E poi al parco, in discese spericolate

Pedalare nel bellissimo parco della Vernavola

Lorenzo is always happy when he can ride, both when he climbs, and also when he climbs down…. A lot of fun….

Pedali old-style

February 7, 2021 // Posted in bike  |  No Comments

I nuovi pedali

La Bianchi (modello Brava, del 2000) non è certo una bici da corsa super performante, consideando il telaio pesante di acciaio. Eppure è un oggetto a cui la componente maschile adulta di casa sacchibelli e’ affezionatissimo. Comprata (al Missing Link) con pedali “retro” a fascetta, era stata upgradata ad avere pedali con attacchi più moderni nel 2014 (vedi qui). Ma la scomodità di dover portare le apposite scarpe alla fine mi ha fatto ritornare indietro sui miei passi, ed eccola allestita con nuovi pedali piu’ convenzionali.

I never enjoyed too much the new pedals I mounted in 2014 (see here) on my Bianchi road bike, mainly because forced to wear the right shoes. So, to make easier its use, here we are back with conventional pedals. Let’s see if this will allow me to use it a bit more.

Pedalata in zona arancione

January 13, 2021 // Posted in bike  |  No Comments

Bea in Strada Nuova

Non potendo fare granche’ a causa delle limitazioni imposte per prevenire la diffusione del coronavirus, domenica, approfittando di un bel sole, ci siamo almeno sgranchiti le gambe con una bella pedalata fino a Ticino

Lory in Strada Nuova

It was a sunny Sunday. No way to escape from the city, because of restrictions to limit corona-virus spreading, we decided to ride a bit in town, stopping at the river. It was funny, and Lorenzo and Bea demonstrated to be

In riva al Ticino

In bici nonostante il lockdown

November 22, 2020 // Posted in bike  |  No Comments

Con l’amata bicicletta

Quest’anno sia la bici da corsa che la mountain bike sono rimaste “parcheggiate” in garage per tutto l’anno. Negli ultimi anni non e’ che venissero usate spesso, ma la pandemia quest’anno ha dato il colpo di grazia. Oggi pero’ c’era il sole, e, pur non potendo uscire dal proprio comune, le regole di questo lockdown permettono di pedalare (attivita’ motoria). Cosi’, anche se per non piu’ di una mezz’oretta, la gloriosa mountain bike ha ripreso a “viaggiare”. E ho subito provato le belle sensazioni che, da sempre, la bicicletta mi trasmette.

This year, because of the pandemic and of the hard period, I never had the possibility to ride my loved road and mountain bikes. But today it was a lovely sunny day and since the lockdown rules allows for a bike ride (while remaining in the town where you live), I did it. And, as usual, I had a great feeling

L’equilibrista

October 18, 2020 // Posted in bike, Lorenzo  |  No Comments

Probabilmente non raggiungerà i livelli del papà che, in età da liceo, pedalo’ da casa a scuola (3 km nel traffico cittadino) senza mai toccare il manubrio. Pero’ anche Lorenzo promette bene…

Probably he will not reach his father level (he rode his bike from home to school, for 3 km, without hands), however Lorenzo is showing good skills.

Gita a Certosa

June 3, 2020 // Posted in bike, friends  |  No Comments

In quest’ultimo giorno di confino all’interno della nostra Regione, complice una bella giornata di sole, abbiamo deciso di pedalare fin verso Certosa, assieme a Matteo e al suo papà. Percorso prettamente ciclabile, all’andata attraverso il parco della Vernavola, al ritorno lungo l’alzaia. Bella giornata, rallegrata dai bimbi che si sono divertiti tanto assieme. E con Lorenzo e Matteo che si sono dimostrati ottimi pedalatori. Bea invece ha preferito la comodità del seggiolino posteriore….

In posa davanti al Monumento

In the last day with prohibition to go out of our region, we decided to ride all togheter (and together our friends Leonardo and Matteo) up to Certosa, following a nice bike path across the “Parco della Vernavola” and close to the “Naviglio”. We had a lot of fun, mainly because of Matteo, Lorenzo and Bea.

(Almost) back to normality

May 16, 2020 // Posted in bike  |  No Comments

Eccoci tutti e quattro con le bici

Dopo settimane di paura e preoccupazione, con l’allentamento del lock-down, cominciamo a respirare un principio di ritorno alla normalità. I numeri dei contagi qui in Lombardia non sono ancora del tutto rassicuranti ma, i sacchibelli provano a ritornare a una vita un po’ piu’ normale. E così oggi, pur se bardati di mascherina, ci siamo concessi una pedalata di famiglia. Belle sensazioni

After the long lock-down, now the situation starts to be a bit better, although the normality is still far away. However, since now we can go out, we decided to have a short bike ride. And such a ride gave as a lot of good sensations. Let’s cross our fingers….

Non ce la faremo mai

December 23, 2019 // Posted in bike, cars, Pavia  |  1 Comment

Pavia, corso Cavour, isola pedonale….
  • Isola pedonale (le auto in sosta non dovrebbero esserci)
  • Completamanete pianeggiante, con i quartieri più periferici distanti non più di 4 km
  • Giornata invernale con clima primaverile (10 gradi alle 11 di mattina)
  • Autobus gratis (periodo natalizio)
  • Vigili:neanche l’ombra
  • Pedestrian area
  • Completely flat, with the borders of the city in the 4 km range
  • Winter day, with spring weather (sunny, 10 degrees at 11am)
  • Free public transportation (Christmas period)
  • Policeman: no one around

Pista ciclabile: teoria e pratica

October 28, 2019 // Posted in bike  |  No Comments

Pista ciclabile con precedenza all’incrocio…

La pista ciclabile dovrebbe essere un percorso privilegiato per le bici, e dovrebbero servire ad incentivare l’uso della bici specie in un contesto urbano densamente trafficato. Il ciclista dovrebbe essere invogliato a percorrere la pista ciclabile, in quanto gli garantisce piu’ sicurezza, e dovrebbe proteggerlo dalle auto. Se cosi’ fosse, probabilmente qualcuno che fino ad allora non aveva pensato alla bici come mezzo di trasporto potrebbe cominciare a considerarlo. Le strade si svuoterebbero progressivamente dalle auto, e la mobilità urbana ne gioverebbe. Certo, a Pavia, se uno percorre una pista ciclabile, e’ molto probabile che in realta’ sia un percorso misto ciclo/pedonale, ma soprattutto, ad ogni attraversamento di una strada, da codice della strada, il ciclista dovrebbe fermarsi, scendere, attraversare, risalire e ripartire. In Germania invece la pista ciclabile, quando attraversa a raso una strada, vince, mantiene il suo status, e le auto provenienti da quella strada devono fermarsi e concedere la precedenza alle bici. Non e’ una differenza da poco, sia psicologicamente che nei fatti…..

In the few days spent at Munich I realized that in Pavia there is no possibility to have a decent hurban mobility. There is no way. One example is the fact that at Munich, when a bike path cross a street, cars have to stop, and bikes get the prioritity. This is an important difference…..

Piccoli ciclisti crescono

June 17, 2019 // Posted in bike  |  No Comments

Che dire, ormai anche la “piccola” di famiglia pedala con classe ed entusiasmo…

Bea col nuovo caschetto

At the end also little Bea rides her bycicle quite well and she enjoys to explore the world…